View Post

L’Orfeo ed Euridice e la rivoluzione gluckiana

In Opera by Ottavia Pastore0 Comments

isultato di una fervente collaborazione fra il letterato Ranieri de’ Calzabigi e il compositore tedesco Christoph Willibald Gluck, l’Orfeo rappresenta la prima autentica testimonianza della cosiddetta Riforma gluckiana dell’opera seria. A Gluck fu affidato l’incarico di arrangiare opere francesi per il pubblico viennese a partire dal 1755, per volere del conte genovese Giacomo Durazzo, ambasciatore della Repubblica di Genova alla …

View Post

Anna Renzi, la prima diva della lirica italiana

In Opera by Redazione0 Comments

’opera veneziana della metà del ‘600 rappresenta un punto di snodo rispetto alla precedente tradizione (perlopiù fiorentina e romana) poiché essa in qualche modo getta le basi, su tanti fronti, di ciò che sarà il futuro del teatro musicale. L’estroversione dei sentimenti, il suscitamento profondo degli affetti, una rinnovata prassi letteraria e musicale, una nuova concezione della teatralità e dell’impianto …

View Post

L’incompiuto sipario dell’opera italiana: Turandot di Puccini

In Opera by Lorenzo Papacci0 Comments

«Qui finisce l’opera, perché a questo punto il Maestro è morto» Con queste arcinote parole, riportate più o meno diversamente, Arturo Toscanini, il 25 Aprile 1926, concluse la prima esecuzione di Turandot al Teatro alla Scala, facendo fermare l’orchestra a quel fatidico Mi bemolle che conclude la scena della morte di Liù. Il Maestro muore e l’opera finisce, ma di …