View Post

Thomas Mann: scrivere un romanzo come una sinfonia

In Musica e Altri Mondi by Francesco Bianchi0 Comments

Parlando in questi termini, Thomas Mann si inserisce all’interno di quella foltissima schiera di artisti che, pur non essendo musicisti, considerano la musica l’arte massima e dichiarano di ispirarsi ad essa nel loro processo creativo. C’è tuttavia un tratto particolare che distingue Mann: l’atto di desumere analiticamente dei concetti dalle forme musicali, per poi riproporli all’interno del romanzo. Egli cioè …

View Post

Il “robodirettore”: quando l’arte si vende al marketing

In Musica e Altri Mondi, Prima Pagina by Francesco Bianchi0 Comments

Alcuni giorni fa al teatro Verdi di Pisa si è consumato un fatto che ha reso manifesto un processo di trasformazione del mondo dell’arte oramai quasi incontrastabile. L’evento è stata la conduzione d’orchestra da parte di un robot di alcuni brani tratti dal repertorio operistico italiano: salutato da diversi esperti del settore come un “evento epocale” che “ha scritto la …

View Post

Il “Fra’ Martino” di Mahler, l’Unheimlich in musica

In Musica Sinfonica by Francesco Bianchi0 Comments

Dal cadavere al ricordo «La figura chiave dalla vecchia allegoria è il cadavere. La figura chiave della nuova allegoria è il “ricordo”». Con questa frase Walter Benjamin fissa chiaramente un cambiamento di paradigma che si verifica nell’arte a lui contemporanea: se nel Seicento e nel Settecento era l’esperienza diretta della morte che poneva all’uomo il problema della finitezza, dalla fine …