View Post

L’Arlecchino di Busoni: maschere e memorie

In Opera by Emanuele Franceschetti0 Comments

«Zwischen zwei Welten», per dirla con le parole del Tonio Kröger di Mann. Tra due mondi. È a quest’ambiguità geografico-spirituale che si finisce per associare, ogni volta, la figura di Ferruccio Busoni. Non (del tutto) a torto, naturalmente: figlio di madre tedesca e padre italiano, talento precocissimo cresciuto nella bella Trieste, finestra sulla Mitteleuropa, a curiosare tra le pagine della …

View Post

Nessuno è il mio nome: ricerche di una nuova identità attraverso la metafisica

In Musica e Altri Mondi by Silvia D'Anzelmo0 Comments

asandomi sull’assunto che l’opera d’arte possa essere letta come documento socio-culturale, particolarmente eloquente in periodi di grandi e profonde trasformazioni, propongo di analizzare questa funzione nel teatro musicale degli esponenti più significativi di quella che Massimo Mila definisce “generazione dell’80”, ossia, Alfredo Casella e Gian Francesco Malipiero.