View Post

Viaggio sentimentale nei Dichterliebe di Robert Schumann

In Compositori by Ottavia Pastore0 Comments

i spensero entrambi nel 1856, Robert Schumann aveva solo 46 anni, Heinrich Heine poco meno di sessanta. Si incontrarono una volta di persona, nella primavera del 1828 a Monaco, dove il diciottenne Schumann si fermò nel suo viaggio attraverso il sud tedesco. Heine, allora trentunenne, officiava nella metropoli bavarese come editore di riviste al servizio della casa editrice Cotta. Qui …

View Post

Yefim Bronfman a Santa Cecilia: le sonorità profonde e cangianti del pianismo ottocentesco

In Recensioni by Valerio Sebastiani0 Comments

un percorso a passo di granchio nel pianismo europeo ottocentesco, quello in cui Yefim Bronfman ha voluto accompagnare il pubblico romano di Santa Cecilia lo scorso martedì. Dall’ultimo decennio del secolo, quando Claude Debussy usciva dalla sua epoca giovanile con la Suite bergamasque, all’ultimissima stagione compositiva di Schubert e il suo definitivo Lebewohl alla vita nel fatale autunno del 1828 …

View Post

Cinzia Dato ai Concerti del Tempietto

In Recensioni by Enrico Truffi0 Comments

l concerto di Sabato 24 Novembre l’affermata pianista Cinzia Dato si è esibita in un programma prevalentemente ottocentesco (Fa eccezione il Preludio in sol minore di Rachmaninov, composto nel 1901), alternando momenti lirici e virtuosistici in un’interpretazione decisamente sentita e personale. Si comincia con le splendide Kinderszenen op. 15 di Schumann, da anni ormai un classico del repertorio pianistico insieme agli …