View Post

Barber e il pianoforte, dal contrappunto alla barn dance

In Compositori by Ottavia Pastore0 Comments

e il suo Adagio per archi si è imposto quale pietra miliare della prima metà del novecento decretandone il successo a livello internazionale, Samuel Barber ha molto altro da raccontarci dietro le molteplici sfaccettature del suo carattere. Da dove nascono le particolarità di Barber Una delle sue componenti giace nell’idea di “transnazionalità”, ereditata già fin dalla nascita dalla sua origine …

View Post

“Affinità divergenti”: l’unione dell’organo e del pianoforte

In Recensioni by Redazione0 Comments

Quando si pensa alla musica da camera, solitamente, la mente corre a duetti, trii, quartetti, quintetti, archi, voce, pianoforte, strumenti a fiato… Ciò che, senza dubbio, non si immagina è la strana abbinata di pianoforte e organo, due strumenti così diametralmente opposti come storia e repertorio (senza contare, inoltre, le differenze intrinseche a ciascun organo che è sempre differente da …

View Post

Hindemith e il Ludus Tonalis

In Compositori by Tiziano de Felice0 Comments

Uno sguardo all’autore uella di Paul Hindemith (1895 – 1963) è stata forse la personalità musicale più completa e importante della sua generazione in Germania. All’epoca della stesura del Ludus tonalis egli era già un compositore affermato, autore di opere, balletti, musica vocale ed orchestrale, oltre ad essere uno dei più grandi suonatori di viola del suo tempo e direttore …