View Post

Meno grigi, più Verdi: spiegare l’Italia agli italiani

In Recensioni by Emanuela Borghi0 Comments

he Giuseppe Verdi sia il più grande compositore italiano, autore dei più noti melodrammi al mondo, lo dice qualsiasi manuale di storia della musica e qualsiasi melomane, ma che sia stato un antropologo, un “Lévi Strauss padano”, lo scrive solo Alberto Mattioli nel suo Meno grigi, più Verdi. Come un genio ha spiegato l’Italia agli italiani. L’autore, che ben conosce …

View Post

La lingua del melodramma

In Opera by Silvia D'Anzelmo0 Comments

a polemica sugli stereotipi linguistici e sulla mancanza di originalità dei testi del melodramma è rilevata con sferzante ironia da Madame de Staël ed è comune a molti suoi contemporanei. La lingua del melodramma ottocentesco veniva vista come convenzionale, pedantemente aulica e ricca di modi retorici oramai consunti. A ben guardare, nei libretti d’opera troviamo gli stessi elementi costitutivi del …

View Post

Il Diavolo all’Opera: l’onesto Jago

In Recensioni by Silvia D'Anzelmo0 Comments

La plus belle des ruses du diable est de vous persuader qu’il n’existe pas. Charles Baudelaire, Le Spleen de Paris (1862). L’ultima trasformazione delle rappresentazioni operistiche del diavolo è la più insidiosa di tutte proprio perché elimina ogni suo segno di riconoscimento: