View Post

I social network hanno cambiato il mestiere di musicista. Ma come?

In Musica e Altri Mondi by Filippo Simonelli0 Comments

Quando nel 1931 fu interprellato da alcuni amici sul nascente fenomeno delle trasmissioni radiofoniche, Sergei Rachmaninov ebbe parole piuttosto dure. La radio, a suo dire avrebbe avuto “una pessima influenza sull’arte e distrutto o svenduto il vero significato della musica”. Tempo dopo mise insieme queste riflessioni assieme ad altre sull’utilizzo delle altre tecnologie all’epoca disponibili per un musicista, come registrazioni, …

View Post

Apologia della musica “leggera”

In Musica e Altri Mondi by Maurizio Verducci1 Comment

Nelle scorse settimane, a seguito dell’articolo “Perché alle persone piace Rovazzi e non Stockhausen?”, si è aperto un dibattito sulla differenza tra la musica di oggi e la musica classica, sul motivo per cui il pubblico è più incline ad avvicinarsi agli artisti considerati mediocri (da un punto di vista musicale-intellettualistico) e per cui ai giorni nostri la massa non …

View Post

El Sistema, ovvero come hanno rivoluzionato la musica in Venezuela

In Musica e Altri Mondi by Giulia Cucciarelli0 Comments

C’è una tecnica in psicoanalisi chiamata “associazione libera”: si comincia citando una parola e il paziente elenca tutte le idee che si presentano alla mente. Proviamo anche noi. Se dicessimo “Venezuela”, che immagine apparirebbe? Un Paese problematico, crisi economica, popolazione in grave difficoltà. Se a Venezuela aggiungessimo “musica”? Sicuramente rispondereste merengue, salsa, folklore, forse qualche esperto penserebbe allo joropo.