View Post

Musica come “Versöhnungswerk”, opera di riconciliazione: Il Doppio Concerto di Brahms

In Compositori by Michela Marchiana0 Comments

orreva l’anno 1887 quando, nella sua dimora estiva a Thun, Johannes Brahms si accingeva a scrivere la sua «folle, ultima composizione», il Doppio Concerto per violino e violoncello in La minore op. 102, o almeno così sosteneva lui stesso. Per fortuna dei posteri, ma anche dei suoi contemporanei, non fu la sua ultima composizione. Non fu il solo caso di …

View Post

Barber e il pianoforte, dal contrappunto alla barn dance

In Compositori by Ottavia Pastore0 Comments

e il suo Adagio per archi si è imposto quale pietra miliare della prima metà del novecento decretandone il successo a livello internazionale, Samuel Barber ha molto altro da raccontarci dietro le molteplici sfaccettature del suo carattere. Da dove nascono le particolarità di Barber Una delle sue componenti giace nell’idea di “transnazionalità”, ereditata già fin dalla nascita dalla sua origine …

View Post

L’ultimo Rossini: la Petite Messe Solennelle.

In Compositori by Alessandro Panozzo0 Comments

ioachino Rossini ha dimostrato con la sua vita di essere una delle tante personalità genialmente ironiche, giocose e irriverenti che la storia ricordi (annovererei tra le altre F. Rabelais, E. Satie e R. Magritte). Il rischio però è quello di appiattire la complessa umanità dell’artista dietro una maschera della commedia dell’arte, dietro uno stereotipo dell’italiano solare, sempre e solo dedito …