View Post

Stravinskij e “L’Orologio apollineo”

In Recensioni by Redazione0 Comments

C’è La minore e La minore: «Un tredicenne, quando è a letto sul punto di addormentarsi, è in grado di suonare il Concerto per pianoforte (in La minore) di Schumann sul registratore della sua memoria. Durante il secondo movimento probabilmente si addormenterà. Se, dieci anni dopo, in un’altra camera da letto, cercherà di fare la stessa cosa con il Concerto …

View Post

Takemitsu: tra Oriente e Occidente

In Compositori by Redazione0 Comments

oru Takemitsu nasce a Tokyo nel 1930. I primi anni di vita li trascorre in Manciuria. Al suo ritorno in Giappone, la situazione politica è instabile: un colpo di stato prelude alla deflagrazione della guerra con la Cina. Ci interessa questo particolare politico per spiegare due aspetti fondamentali della poetica di Takemitsu; anzitutto, la situazione bellica fa emergere in Takemitsu …

View Post

Joseph Joachim, il destinatario prediletto dell’Ottocento

In Musica da Camera by Redazione0 Comments

pesso sotto i titoli di grandi composizioni musicali si legge un nome che non è quello del compositore, ma quello di un destinatario al quale viene dedicata l’opera. E se non lo si trova lì sulla prima pagina è facilmente reperibile nelle biografie dei compositori stessi. Uno dei nomi più ricorrenti  nelle dediche delle opere per violino dell’Ottocento  è  quello …