View Post

Francis Poulenc, il monaco e il briccone

In Compositori by Alessandro Panozzo0 Comments

arigi – anni ‘20. Erede del suo status di capitale culturale europea nella belle époque la città rimane, ancora per poco, fulcro di attrazione internazionale nel secolo breve. Abituata ormai agli scandali mondani, permette compiacente il continuo alimentarsi di focolai d’avanguardie. Sprizzate con le scintille de Le Sacre di Stravinskij, le memorie di simili serate piroclastiche non si spengono neanche …

View Post

L’ultimo Rossini: la Petite Messe Solennelle.

In Compositori by Alessandro Panozzo0 Comments

ioachino Rossini ha dimostrato con la sua vita di essere una delle tante personalità genialmente ironiche, giocose e irriverenti che la storia ricordi (annovererei tra le altre F. Rabelais, E. Satie e R. Magritte). Il rischio però è quello di appiattire la complessa umanità dell’artista dietro una maschera della commedia dell’arte, dietro uno stereotipo dell’italiano solare, sempre e solo dedito …

View Post

Ut verba intellegantur: la musica della Controriforma

In Musica Antica, Prima Pagina by Alessandro Panozzo0 Comments

La musica della Controriforma   Alcuni potrebbero conoscere la leggenda secondo la quale, negli anni turbolenti e tesi delle riforme religiose del XVI sec., il Concilio di Trento (1545 – 1563), interpellato per dirimere sulla salute della Chiesa cattolica, avrebbe voluto abolire la musica polifonica nella messa a privilegio esclusivo del canto gregoriano. Si dice che a intervenire per salvare …